fbpx
Crea sito

NEVE

Monologo

di e con GIOVANNI BETTO

regia MIRKO ARTUSO

video RAFFAELLA RIVI

luci PIERPAOLO PILLA

21 gennaio 1943. Ritirata di Russia. Neve. Tanta.

Nell’insensata tragicità della guerra, un uomo, poi dato per disperso, fa la sua scelta fra la vita e la morte.

Ma la sua scelta segnerà il destino di molti.

Quest’uomo in qualche maniera ritorna, come ombra portata dal vento del tempo. Ma l’eco di quella scelta primigenia ha nel frattempo travolto prima una moglie, poi una figlia, poi un nipote.

E il nipote, oggi, esige risposte.

Un monologo/dialogo che spoglia la guerra della sua storicità, per farne invece un paradigma della condizione umana, fragile e illusoria. Ma anche una voce alta, che tutti noi, in qualche modo nipoti, non vogliamo dimenticare. Una voce che grida l’attaccamento alla vita, istintivo, viscerale e che ci invita a gioire, ad amare e a inseguire il nostro essere di felicità. Per scioglierla la neve. Tutta.


Riconoscimenti:

– Festival di Teatro IN-BOX – Quarto posto

– Selezione Visionari Kilowatt Festival 2018

– Selezionato quale materiale didattico al convegno di psicologia “Clinica dei legami fra i viventi e le anime”, tenuto dal prof. Vittorio Cigoli e organizzato dall’Istituto Veneto di Terapia Familiare.

– Finalista Bando Ermo Colle 2019

 


Scheda di presentazione

Scheda tecnica

Rassegna stampa